Monday, August 20, 2012

something that doesn't need nothing.

Via Flickr:
il treno si accoccola accanto ad una stazione, una qualsiasi, chissenefrega. immagino i finestrini come finestre, e le loro strane imposte sui quali qualcuno ha malamente scarabocchiato la notte intera, le sue luci scorrevoli, i lampioni basculanti e tutti i loro modi di esistere, di citarsi a vicenda sui vetri delle case.
vorrei ora essere qualcosa che non ha bisogno di niente. come miranda july, come la vernice, come gwen e pip, come le betulle di robert frost, come il cranio di majakovski, come la nona sinfonia, o un cd fatto solo per me.

i’d like to get away from earth awhile
and then come back to it and begin over.

one could do worse than be a swinger of birches.